San Pietro

Piazza San Pietro è il biglietto da visita di un’area che vi lascerà senza fiato. Il maestoso edificio della Basilica di San Pietro in Vaticano è caratterizzato dai colonnati barocchi laterali semicircolari, progettati da Gian Lorenzo Bernini che sembrano avvolgere in un grande abbraccio i visitatori accorsi da tutto il mondo. Da un lato del colonnato si trovano gli uffici della Sicurezza per l’ingresso in San Pietro e dall’altro l’ufficio postale del Vaticano che, in quanto stato autonomo, dispone di monete e francobolli propri.

La tradizione vuole che la Basilica sorga esattamente sulla tomba dell’apostolo Pietro, che nel 60 d.C. circa venne giustiziato per crocifissione. Nel corso dell’impero di Costantino, quando la religione cristiana venne riconosciuta come religione ufficiale dell’impero, iniziarono i lavori, durati 11 anni, per la realizzazione dell’opera.

Solo nel 1506 Papa Giulio II decise di costruire un nuova Cattedrale, affidandone la realizzazione a Bramante. La vecchia Basilica venne distrutta, e ci vollero oltre 100 anni per vedere conclusa quella che nelle intenzioni del pontefice doveva essere la più grande cattedrale della Cristianità.

Oggi S. Pietro è una cattedrale alta 130 metri, lunga 190 e contenente alcune tra le opere più famose del mondo: dalla Pietà di Michelangelo al Baldacchino di Bernini.

Qui si radunano i fedeli di tutto il mondo per gli Angelus e la messa del Pontefice, ma anche per le veglie funebri relative alle morti dei papi, i loro funerali e le elezioni.

Qualche informazione utile:
Castel Sant’Angelo è aperto tutti i giorni dalle 7.00 alle 18.30 (durante la stagione estiva fino alle 19.00)

È necessaria la prenotazione?
No, la visita è gratuita e richiederà almeno un paio d’ore.

Quanto costa?
L’ingresso alla Basilica è gratuito. È possibile però salire a piedi i 231 gradini fino al tetto della Basilica di San Pietro o prendere l’ascensore. L’ingresso con salita tramite le scale costa 8 euro, con l’ascensore 10 euro.

Castel S.Angelo e Passetto

Se vi trovate a Roma, in zona Lungo Tevere Castello, sarebbe un peccato imperdonabile non incamminarsi verso lo splendido Ponte degli Angeli per visitare la famosa Mole Adriana, meglio conosciuta, da romani e non, come Castel Sant’Angelo.
Incamminarsi per i corridoi dei 7 differenti livelli del castello vuol dire partire per un viaggio lungo oltre 2000 anni. Dall’antica Roma (125 D.C), quando Castel Sant’Angelo era il mausoleo dell’imperatore Adriano, all’utilizzo medioevale come fortezza per difendere la città dagli attacchi esterni, agli sfarzosi appartamenti papali del Rinascimento, fino al museo dei giorni d’oggi.

Da pochi anni è nuovamente possibile percorrere il “Passetto di Borgo“, il celebre camminamento che collega il castello ai Palazzi Vaticani, utilizzato nel corso dei secoli per facilitare il passaggio dei pontefici ai propri appartamenti privati ma soprattutto per garantire una via di fuga in caso di pericolo.
Insieme al Passetto potrete visitare le Prigioni storiche, le Oliare, gli ambienti un tempo destinati a depositi alimentari, il cortile di Leone X, il locale detto ‘del Forno’ e la minuscola Stufetta di Clemente VII, celebre fra l’altro per gli affreschi della bottega di Raffaello Sanzio.

Una piccola chicca?
Da luglio 2014 l’ingresso è gratuito la prima domenica di ogni mese.

Qualche informazione utile:
Castel Sant’Angelo è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30.

È necessaria la prenotazione?
Dipende, costa 1 euro ed è consigliata per gruppi superiori a 20 persone e per le scuole, ma facoltativa per singoli.

Quanto costa?
Intero: 14 euro

Ridotto (fra i 18 e i 25 anni): 7 euro.

Musei Vaticani e Cappella Sistina

La Cappella Sistina è considerata universalmente il cuore dei Palazzi Apostolici, una delle opere pittoriche più straordinarie mai concepite dall’uomo, e probabilmente il culmine della produzione artistica del mondo occidentale.
La sala nella quale lo Spirito Santo ispira al Conclave il nome di ogni Pontefice, vi lascerà senza fiato non solo grazie alla parete di fondo, il Giudizio Universale opera del genio di Michelangelo, ma con gli altri “quadri” firmati sugli altri tre lati da Botticelli, Perugino e Ghirlandaio. È il cuore pulsante della Chiesa romano-cattolica, un vero e proprio santuario che ogni essere umano dovrebbe visitare almeno una volta nella vita. La Cappella Sistina è inserita all’interno di un tour ideale che include anche i Giardini e i Musei Vaticani, e proprio questi ultimi rappresentano una tappa obbligata per ogni turista in visita nella Città Eterna.

Qui è conservata una delle più incredibili collezioni artistiche del mondo, un’insieme di opere impareggiabile, accumulate dai papi nel corso dei secoli (vi basti pensare che il valore totale delle opere si aggira attorno ai 15 miliardi di euro). Le opere d’arte e le sculture sono esposte su di una superficie di oltre 14 chilometri, in un percorso che attraversa differenti periodi storici, dall’antico Egitto al XX secolo. Immergiti nella bellezza senza tempo delle opere dei maestri del Rinascimento: i capolavori di Raffaello nelle omonime Stanze, che costituivano l’ingresso all’appartamento papale, e quelli di Michelangelo nelle altre sale. Non perdere i ritratti dei pontefici del passato, la Sala Rotonda e l’impressionante Galleria delle Statue.

Una piccola chicca?
cliccando qui puoi trovare tutte le informazioni utili per organizzare il tuo tour da casa evitando le lunghe code per i biglietti che altrimenti dovrai sicuramente affrontare per godere della magnificenza dei musei.

I Muse Vaticani (e la Cappella Sistina) sono aperti da lunedì al sabato dalle 9.00 alle 18.00 (attenzione, l’ultimo ingresso è previsto per le 16!), ma chiusi tutte le domeniche, ad eccezione dell’ultima del mese (con ingresso gratuito dalle 9.00 alle 12.30 con chiusura alle 14.00).

È necessaria la prenotazione?
Assolutamente sì, su http://www.museivaticani.va a meno di voler affrontare le code più lunghe della vostra vita.

Quanto costa?
Intero: 17 euro
Ridotto (fra i 18 e i 25 anni): 8 euro.